Dicono di noi! Motor Boat & Yachting - Uk
Data:1 agosto 2019 Categoria:Dicono di noi

Il Sunseeker Hawk 38 scavalca le cime delle onde a 50 nodi, l'ululato sovralimentato dei due motori fuoribordo da 400 hp accompagnato dallo staccato ratta-tat-tat delle chine di scafo che baciano l'acqua. Più ci avviciniamo agli Aghi, più le onde diventano grandi e più l'Hawk inizia a volare. Lo skipper di Sunseeker, un esperto pilota d'altura, sta iniziando a lavorare più a lungo con le manette, facendole andare avanti e indietro come una bacchetta da direttore d'orchestra, spingendo la sua orchestra a pistoni ad alzare il ritmo. Il tempismo è tutto in questo gioco. L'obiettivo è quello di mantenere lo scafo piatto e veloce, mentre le eliche escono dall'acqua e poi di sbattere nuovamente la potenza su una frazione di secondo prima di atterrare per ridurre lo stress sui riduttori. La sua capacità di leggere le onde è inquietante e la sua velocità della mano è vertiginosamente veloce. Non vedevo l'ora di guidare la barca più veloce di Sunseeker. Ho già pilotato il prototipo di questa barca a 68 nodi senza la minima oscillazione. Ma quello era sul lago di Como in condizioni così benigne che avrei potuto navigare su una barca di carta. Questo è diverso. Questo è il Solent con venti, onde, maree, cadute e grandi rocce appuntite. A velocità superiori a 50 nodi le cose accadono molto rapidamente. Ricordo a me stesso che il mercato di riferimento di Hawk 38 non è quello di esperti regatanti offshore, ma di normali proprietari di barche a motore in cerca dell'ultima barca veloce per il giorno. Adatto alle persone come me, in altre parole, anche se con molti più soldi, a £ 642.000 IVA, non è per i deboli di cuore né per la leggerezza del portafoglio.

 

IL SEDILE ACCOGLIENTE
Una pausa, mentre il nostro skipper cambia obiettivo, offre l'opportunità di scambiarci i posti. Mi sistemo nel bellissimo sedile imbottito Buzzi Besenzoni. I fianchi profondi mantengono i miei fianchi bloccati in posizione mentre un piccolo interruttore a levetta sotto il sedile mi permette di sollevare la base per incontrare le mie cosce. Avrei potuto piegarlo fino in fondo e stare in piedi con i piedi contro la console, ma in queste condizioni la potente molla e lo smorzatore idraulico del sistema di sospensione del sedile dovrebbero fare un lavoro migliore di assorbire qualsiasi impatto delle mie gambe. C'è solo un modo per scoprirlo. Con entrambi i motori Mercury 400R tagliati a destra e il volante multifunzione centrato, sollevo i due selettori di ingranaggi tozzi in avanti e sposto la mano verso le leve del gas più alte per alimentare la potenza. Rispetto all'accelerazione istantanea di una sportiva "normale" come un Axopar o Cormate, ci vuole un paio di secondi prima che l'Hawk aumenti la velocità.

Mettiamola così, Hawk 38 è lungo quasi nove piedi e più di due tonnellate più pesante di un Axopar 28 ma con un raggio di appena 7 piedi e 8 pollici (meno i tubi stabilizzatori), è più sottile di due piedi. Anche con uno scafo a triplo passo per ridurre la resistenza e creare tre superfici di planata separate, non sorprende che ci vuole un po’ per inizializzarlo. Una volta che stavo planando a circa 20 nodi, la prima cosa che ho notato è quanto sia più sicura e civile la barca finita, rispetto al prototipo che ho guidato in aprile. Le alte balaustre del pozzetto e l'hard top ti danno la sensazione di stare seduti sulla barca, mentre le barre di sostegno in fibra di carbonio sul retro dei sedili, la consolle centrale e tutto intorno al perimetro assicurano che ci sia sempre qualcosa su cui aggrapparsi . Il parabrezza a doppia curvatura ha anche prese d'aria alla base per ridurre la pressione negativa alle sue spalle così come le labbra sui pannelli laterali per incanalare l'esplosione del vento attorno all'abitacolo piuttosto che roteare attraverso di essa. L'unico svantaggio della sua forma è che un tergicristallo convenzionale non si adatta quindi dovrai fare affidamento su Rainex e sulla velocità pura per far saltare fuori le gocce d'acqua. Non è che tende a bagnarsi, uscendo dal canale di Lymington alcuni spruzzi sono stati soffiati nella cabina di guida ma a velocità più elevate tutto viene lasciato alle spalle. Parlando di velocità, i due motori fuoribordo sovralimentati da 2,6 litri si stanno davvero muovendo al loro passo, e i display touchscreen di Simrad mostrano una velocità su terra di 43 nodi a 5.000 giri / min, con 2.000 giri / min. A questo ritmo è un posto straordinariamente civilizzato, lo scafo profondo sta tagliando in modo pulito attraverso le onde, lo sterzo è leggero se un po’ lento e privo di sensibilità, i motori sono nel loro punto debole e nulla si sente remotamente teso. Potresti navigare tutto il giorno a questa velocità, muovendoti a chilometri godendo del fatto che questa è anche la sua velocità di marcia più efficiente - 1621ph potrebbe non sembrare troppo intelligente ma a 43 nodi che equivale a 3,8 litri per miglio. Ma quando lo stato d'animo ti porta - e credimi, il brivido di mettere giù i martelli, tagliare i motori a +24 e sentire l'ondata di accelerazione mentre l'aria entra sotto lo scafo e inizia davvero a volare è qualcosa di cui non ti stancherai mai. In acqua piatta è la velocità cruda della cosa che ti fa battere il cuore - Sunseeker ha visto 62 nodi a due in condizioni di calma, e anche a 68 nodi sul Lago di Como il prototipo leggero e incompiuto sembrava completamente composto e stabile. Oggi con quattro persone a bordo e un mare correttamente bitorzoluto, 58 nodi rappresentano la nostra media massima a due vie. In queste condizioni un paio di nodi qua e là fanno poca differenza, quello che conta davvero è come si comporta, in particolare con un parente amatoriale al timone. Il fatto che sto scrivendo questo alla mia scrivania piuttosto che dal dipartimento A & E di Southampton General dice tutto. Mentirei se dicessi che è stata un'esperienza piacevole, l'acqua è una sostanza straordinariamente solida quando la colpisci a 58 nodi, per quanto buona sia la carena, non sarà mai rilassante. Quello che posso dirti è che si sente immensamente forte, sicuro e indulgente. Traccia dritto e livellato, vola alla giusta angolazione e assorbe la punizione senza il minimo cigolio, gemito o brivido. Anche quando ho sbagliato e siamo atterrati goffamente su un lato, i sedili delle sospensioni si liberano dall'impatto mentre i tubi STAB risolvono il tiro laterale. In un'occasione, con le onde dietro di me, faccio un salto troppo forte e finisco per riempire l'arco nella parte posteriore del rullo successivo, ma la prua anti-tuffo squadrata fa la sua magia e la interrompe scavando. È inebriante e rassicurante in egual misura, fare in modo che il timoniere amatoriale si senta come un eroe offshore e dà ai propri ospiti un assaggio della velocità reale senza esporli a rischi o disagi eccessivi. Non ha l'agilità di svolta o l'inarrestabile presa in curva della Princess R35 assistita da foil ma si muove nell'hipide ad un ritmo molto più veloce e si sente più nitido, più duro e molto più focalizzato sulle prestazioni piuttosto che sul comfort. Più le onde diventano grandi, più l'Hawk inizia a volare

 

NON BELLO SOLO ESTETICAMENTE
Non dovrei sorprendermi, l'Hawk 38 potrebbe essere un Sunseeker ma lo scafo stesso è progettato e costruito da FB Design in Italia, una società che ha fatto il suo nome costruendo navi da pattuglia solide, inaffondabili e ad alta velocità per tutti, fino alle agenzie per la forze speciali. Un processo di costruzione brevettato che utilizza la schiuma strutturale iniettata nei vuoti tra lo scafo e il ponte non solo rende inaffondabile la barca, ma crea una struttura incollata immensamente rigida che aiuta anche ad assorbire suoni e vibrazioni indesiderati. Sunseeker ha progettato le coste del ponte e della cabina di pilotaggio per garantire che sembrasse la parte ma anche per renderla il più possibile utilizzabile, quindi ha commissionato a Supermarine Powerboats a Lymington di adattarlo. C'è un prendisole sul davanti con un grande gavone sotto disegnato per prendere un paio di Seabobs e il piccolo tavolo in fibra di carbonio che si inserisce nella dinette di prua. C'è più immagazzinaggio asciutto sotto i posti e un altro gavone più a poppa per una zattera di salvataggio o SUP gonfiabile. Una porta assistita a gas nella consolle centrale conduce a un vano incassato sorprendentemente grande, mentre il sedile posteriore può essere attrezzato con un paio di cassetti frigo per alimenti e bevande. Il ponte è autosvuotante, i tubi sono dotati di un dispositivo di gonfiaggio incorporato per alzare o abbassare la pressione dell'aria e la piattaforma da bagno, pur essendo di piccole dimensioni, è dotata di una doccia di acqua dolce e di una scala a cassetta di serie o di fibra di carbonio opzionale per chi ha bisogno di un po’ più di aiuto per salire e scendere dall'acqua. Sei bitte a scomparsa offrono molte opzioni per le linee e i parafanghi mentre quelle STAB si raddoppiano come parafanghi quando arrivano a fianco della nave madre: l'inclusione di un occhio di traino rinforzato nella lista degli extra suggerisce che alcuni Hawks finiranno come barche da inseguimento di superyacht. Non ci sono cabine per il pernottamento o la cucina, ma hanno sfruttato al massimo lo spazio che c'è. Il sistema audio opzionale, con altoparlanti retroilluminati sulla piattaforma da bagno e nel cockpit, sembra incredibile, mentre strisce colorate a LED sotto lo scafo, i sedili e nella rientranza tra lo scafo esterno e le modanature del ponte possono essere regolate su qualsiasi colore tramite il doppio tocco Simrad schermo MFD. C'è persino un piccolo indicatore LED sulla traversa per mostrare ai nuotatori se i motori sono in marcia. C'erano una o due piccole aree di questa prima barca di produzione che aveva ancora bisogno di un po’ di riordino, come i dettagli nelle teste e troppa flessione nelle barre di sostegno più lunghe (è stato affrettato ad incontrare la data di lancio) ma sono tutte sulla lista di Supermarine insieme a un programma di risparmio di peso che dovrebbe renderlo più veloce ancora.

 

VERDETTO
Una barca come questa sarà sempre un obiettivo facile. Non è bello come un Riva Aquariva, non è pratico come un Boston Whaler Outrage 380, non è comodo come un Chris Craft Launch 38 e non è intelligente come una Princess R35. Ma il ragazzo è efficace. Ha il tipo di presenza che rende girevoli tutti gli occhi per vedere cosa viene tirato nella baia e il dettaglio per eseguire il backup una volta che ci si avvicina. Inoltre si sente più sicuro, più pratico e considerevolmente più lussuoso della maggior parte dei RIBS veramente performanti. Ma soprattutto ha le prestazioni per mantenere le promesse, la robustezza di far fronte a questo e al mantenimento del mare per garantire che le prestazioni siano accessibili al tipo di persone che lo compreranno. I puristi di Sunseeker possono deridere i motori fuoribordo e le radici italiane, ma sono proprio queste le cose che lo rendono così robusto, raffinato e facile da vivere. Il fondatore di Sunseeker Robert Braithwaite potrebbe essere morto poco prima che l'Hawk 38 toccasse l'acqua, ma fu coinvolto nel suo sviluppo e i primi 10 portarono una targa in edizione limitata in suo onore. Non riesco a pensare ad un tributo più appropriato alla sua notevole eredità.