Siamo stati al quartier generale della Besenzoni. Ecco la novità “green” 2022 _ Barche a Motore
Data:25 gennaio 2022 Categoria:Fiere

Era il 1967. Nel cielo iniziavano a volare i primissimi Boeing 737 e i Beatles facevano uscire il singolo All You Need Is Love. In quello stesso anno, sulle rive del Lago d’Iseo, Giovanni Besenzoni fondò una piccola realtà artigianale. La sua specializzazione?

Componentistisca nautica, soluzioni tecniche intelligenti per rendere la crociera più comoda possibile in tutti i suoi aspetti. In questo senso tutti i componenti come scalette, gru, passerelle e poltrone, ma si potrebbe continuare, sono imprescindibili, alla stregua di elementi chiave come le linee d’acqua o gli spazi interni. Questo perché il comfort in navigazione, così come in porto o in rada, passa da quegli elementi che sono così ben integrati e congegnati che quasi non ci accorgiamo che esistano. Oggi, 55 anni dopo la fondazione, nei porti di tutto il mondo è incredibilmente facile trovare una gru, una passerella, una poltrona e tanto altro di quest’azienda, la Besenzoni.

Siamo stati nella sede di Paratico, vicino a Sarnico, sul Lago d’Iseo, dove abbiamo potuto toccare con mano dove sono pensati e costruiti i prodotti Besenzoni, ma sopratutto quali saranno le novità per il 2022.

La Besenzoni nel 2022
Oggi alla guida dell’azienda c’è Giorgio Besenzoni, figlio di Giovanni Besenzoni, che durante un evento dedicato alla stampa, ci ha raccontato tutte le novità in arrivo nel 2022. La Besenzoni è presente in tutto il mondo con 187 punti di rappresentanza in 59 paesi. Questa capillarità dimostra come la qualità del lavoro che viene svolto a Paratico abbia nel tempo raggiunto un pubblico internazionale. Com’è arrivata a questo livello l’azienda? Con un costante lavoro di ricerca e sviluppo per essere sempre al passo (o avanti) rispetto al mercato.  Non è un caso infatti che le prime passerelle elettriche (non idrauliche) siano state introdotte sul mercato a fine 2020 proprio da Besenzoni.

Gli armatori, così come i cantieri, sono sempre più attenti alla svolta green che il mondo sta vivendo. Avere già oggi una gamma di questo tipo significa aver intuito da tempo la direzione presa dal mercato. La serie si chiama BeElectric e vanta in gamma già diversi prodotti: LaPassarella, LaScala e IlSalpAncora. Alla fine del 2021 è stato svelato anche l’ultimo nato, cioè IlTenderLift, novità 2022, dedicato alla gestione di tutte le operazioni necessarie all’alaggio/varo di tender e jet ski.

L’aspetto innovativo e sostenibile dei prodotti BeElectric non risiede tanto nell’avere un’alimentazione elettrica, ma soprattutto nell’assenza della centralina idraulica e dell’olio che rende i sistemi più silenziosi e le imbarcazioni più leggere.

La riduzione del peso porta a una serie di “risparmi”, avendo minor chili a bordo e minori costi di installazione e manutenzione. A questo si aggiunge anche una riduzione automatica del carburante con un minor impatto sull’ambiente marino. Anche il consumo di energia a bordo è ridotto proprio perché non serve la potenza idraulica del motore. Al contempo viene ottimizzata l’energia stessa, partendo dal controllo elettronico dello sforzo con meno corrente per evitare sollecitazioni eccessive al sistema e alla struttura: la gestione avviene con 24Vdc.

La famiglia BeElectric non va a sostituire ciò che abbiamo visto produrre fino ad ora dalla Besenzoni.

Accanto alla produzione tradizionale – spiega appunto Giorgio Besenzoni, Presidente della Besenzoni SpA – che rimane ancora il nostro core business, stiamo affrontando con molto entusiasmo importanti passi verso la progettazione e la costruzione di prodotti sempre più ecocompatibili, perché riteniamo che il tema della sostenibilità sia diventato imprescindibile.”

 

“Proprio per questo – continua Besenzoni da molti anni e su più livelli il nostro intento di agire in modo socialmente responsabile si rivolge non solo alla produzione di nuovi articoli, ma anche ai processi aziendali. Prestiamo attenzione all’utilizzo delle risorse limitando il più possibile l’impatto sull’ambiente. Dalla più banale, ma comunque drastica riduzione dell’uso della carta negli uffici, fino alla scelta di ripensare completamente i materiali di imballaggio, che sono stati sostituiti con alternative più sostenibili e altrettanto valide. Abbiamo fatto aggiornamenti e sostituzioni di macchinari con nuove soluzioni meno impattanti: per esempio utilizziamo un nuovo impianto di taglio ad acqua che non si serve olio minerale ma pompe elettriche per evitare inquinamento e dispersioni”.

Unica Besenzoni
Besenzoni negli ultimi anni ha anche avviato una nuova divisione, Unica, dedicata ai superyacht che nel tempo sta acquisendo sempre maggiore importanza. In un mercato in crescita e sempre più esigente l’azienda si pone come obiettivo quello di fornire prodotti custom dalla progettazione alla realizzazione, oltre al supporto per il montaggio a bordo e l’assistenza post vendita in tutto il mondo.

 

Un esempio delle potenzialità di questa divisione è il Balcony, un balcone-finestra installabile anche verso prua, all’altezza della cabina armatoriale, laddove la curvatura della fiancata tendenzialmente rende difficoltosa customizzare la barca. Balcony è di fatto composto da una finestra e un balcone, movimentabili anche indipendentemente, che l’armatore può gestire con un touch screen posizionato in cabina.


A proposito della Besenzoni
Già nel 1973 l’azienda dimostrava il suo potenziale creativo e tecnico lanciando la plancetta di poppa con scaletta Besenzoni, all’epoca vista come una vera rivoluzione tecnologica. Passarono gli anni, ma questa vocazione per le novità “rivoluzionarie” non venne meno. Tra il ’92 e il ’93 la porta laterale a scomparsa divenne “Prodotto Innovativo 1992-1993″ riconosciuto dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica Leonardo Da Vinci di Milano e poi nel 2002 la gruetta super compatta Magic vinse il DAME Award del METS di Amsterdam, di fatto il riconoscimento più importante al mondo nella componentistica nautica. La Besenzoni bissò questo storico risultato nel 2017 con la poltrona pilota P400 Matrix. Ancora nel 2020 l’azienda si è dimostrata rivolta al futuro con il lancio della prima passerella elettrica allo scopo di fornire un’alternativa alla classica passerella idraulica, trend confermato nel 2021 e anche per il 2022 con altre componenti.