Concorso Paola Galeazzi 2024
Data:7 maggio 2024 Categoria:Premi e riconoscimenti

Besenzoni quest’anno è tra gli sponsor del premio dedicato a Paola Galeazzi, indetto per celebrare i 30 anni della rivista Barche. Gli iscritti al concorso sono 144 giovani, chiamati a progettare un’imbarcazione “che non esiste”: bisognerà ideare una barca da diporto, a vela, a motore o motor sailer da 10 a 50 metri di lunghezza. In particolar modo, saranno valutate l’innovazione di morfologia ed aspetto estetico dell’imbarcazione, le metodologie di costruzione pianificate e l’efficienza energetica ed ambientale.

Il riconoscimento verrà assegnato in onore di Paola Galeazzi, scomparsa nel 2017, figura di spicco nell’ambito dell’architettura navale, grazie anche al suo forte senso etico, alla sua onestà e alla sua propensione per una visione del futuro. Insieme al marito Giovanni Zuccon, è stata fondatrice dello studio “Zuccon International Project”, che ha seguito e diretto progetti di grande calibro nell’industria delle imbarcazioni da diporto.

Obiettivo del concorso è stimolare i giovani, promuovendone la creatività nell’ambito della progettazione nautica ed incoraggiandone lo spirito di innovazione e curiosità che li caratterizza.

I partecipanti proverranno da tutto il mondo: oltre all’Italia, verranno rappresentate Austria, Egitto, Finlandia, India, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti e Turchia. La premiazione avverrà nel mese di giugno e sarà effettuata da una giuria internazionale, presieduta dal Professor Architetto Giovanni Zuccon. I primi tre classificati, oltre ad ottenere una borsa di studio, avranno l’opportunità di partecipare ad uno stage retribuito presso cantieri nautici o studi di progettazione. I progetti di spicco saranno inoltre inclusi nel libro che verrà pubblicato dalla rivista Barche.

Besenzoni, storica azienda produttrice di componenti per la nautica su media e larga scala, è entusiasta di contribuire alla sponsorizzazione del premio Paola Galeazzi, a cui collaboreranno peraltro alcune importanti università italiane, ovvero il Politecnico di Milano, la Facoltà di Architettura La Sapienza di Roma, l’Università di Genova, il Politecnico di Torino e, a livello internazionale, la Solent University di Southampton.

Il destino dell'industria nautica è strettamente legato alla capacità della società di incentivare e promuovere il talento giovanile, valore in cui Besenzoni crede fortemente. Per questo motivo Besenzoni ha aderito con convinzione ed entusiasmo al patrocinio di questo premio.